Sesso

Tecnica del massaggio Yoni per risvegliare il piacere fisico e psichico

Se stai cercando massaggi tantra a Milano, prima di tutto devi sapere quale tipo di massaggio cercare. In questo articolo verrà spiegato il massaggio Yoni, un massaggio dedicato ai genitali femminili che permette di migliorare il benessere psicofisico e riconnettersi con la propria sessualità.

Cos’è il massaggio Yoni

La parola Yoni in sanscrito significa “luogo sacro”, un termine utilizzato per descrivere la vulva e la vagina della donna, e che ben rappresenta lo spirito con cui approcciarsi a questo tipo di pratica. Il proprio luogo sacro è infatti un punto di incontro con la propria sessualità, stimolato da mani esperte e professionali o dal proprio partner o dalla propria compagna. È un’esperienza intensa, in cui sapersi lasciare andare in un rapporto di fiducia è fondamentale per accedere al benessere che si sta cercando.

Come si svolge una seduta

Innanzitutto, è importantissimo creare un ambiente confortevole e sereno, per questo è consigliabile che il massaggio avvenga in una stanza calda, con una luce soffusa, preferibilmente con candele che possono rilassare con la propria fiamma ondeggiante e con il crepitio dello stoppino che brucia.

Una musica può aiutare a sentirsi a proprio agio, meglio se con suoni delicati e rintocchi di campane tibetane, o con suoni naturali come lo scorrere dell’acqua. Si tratta di un processo per portare chi riceve il massaggio a sentirsi bene con sé stessa, per questo un ambiente calmo, che sappia far sentire al sicuro e a proprio agio è di primaria importanza.

Chi massaggia può partire da un contatto più leggero, normalmente i capelli, le mani o il viso per iniziare a creare un legame fisico con la persona che riceve il massaggio. Dai primi contatti poi si passa a sfioramenti e carezze sul resto del corpo in base alla percezione che ha della ricevente, fino a iniziare a massaggiare la parte esterna della vulva. Si parte dalle grandi labbra per proseguire lungo le piccole labbra, quando chi massaggia sente che la persona è pronta può iniziare il massaggio delle pareti interne, questa parte è molto delicata e richiede un profondo ascolto dei segni che il corpo comunica durante il massaggio per capire come proseguire. Chi riceve il massaggio raggiunge l’orgasmo, ma non è questo l’obiettivo della pratica, bensì un ulteriore strumento per migliorare il benessere della persona e aiutarla a riprendere contatto con la propria sessualità.

Posizione

La posizione ideale per chi riceve il massaggio è sdraiata sulla schiena, aiutata da cuscini e stoffe che non facciano arrivare il freddo dalla superficie sottostante, le gambe sono divaricate, le ginocchia sono alzate e i piedi a terra, sotto le gambe è bene posizionare dei cuscini per permettere di rilassare i muscoli delle gambe.

Chi pratica il massaggio è a gambe incrociate tra le cosce di chi riceve e mantiene un contatto visivo con la persona.

Benefici

Chi massaggia si propone di dare piacere senza riceverne alcuno, si tratta di una sorta di dono. Questo momento di stimolazione è importante sia dal punto di vista fisico, sia mentale.

I benefici fisici, soprattutto se il massaggio è praticato regolarmente, sono diversi, innanzitutto una migliore lubrificazione durante i rapporti, ma anche un miglioramento dei sintomi legati al ciclo mestruale, orgasmi più intensi, e una riduzione generale delle tensioni; infine, aumenta anche l’elasticità delle pareti vaginali.

I benefici di tipo psichico invece sono più immediati, oltre alla sensazione di benessere e rilassamento, il massaggio Yoni produce una migliore percezione del proprio corpo, un rapporto più profondo con esso e con le proprie necessità. Se praticato in coppia ne aumenta l’intimità e migliora il piacere sessuale durante i rapporti. Se invece si è in cerca di un centro o un professionista che faccia bei massaggi tantrici, è bene ricercare una persona un buon percorso e soprattutto di cui fidarsi, che è l’elemento più importante della seduta.

Leave a Comment