Sesso

Qual è la forma del pene che preferisce una donna?

La convenzione che si è sviluppata all’interno della maggior parte delle realtà che abbiano a che fare con il mondo del sesso porta a privilegiare certe forme e certe grandezze relative al pene, l’organo genitale maschile su cui molto spesso le considerazioni che vengono effettuate non sono soltanto di natura prettamente pratica. In altre parole, si tende a considerare come il pene – e le relative conseguenze che si attuano dal punto di vista sessuale – sia considerabile a determinate misure, il che ha portato a battaglie, scontri e altri modi di pensare al proprio organo in maniera chiaramente ossessiva. Ciò è frutto di una serie di narrazioni e di immagini che si osservano anche dal punto di vista cinematografico, e che portano a pensare a quegli attori che fanno delle proprie misure un vero e proprio marchio di fabbrica, imponendosi all’interno di una trattazione cinematografica come veri e propri stalloni.

Ma è proprio quello il motivo principale che rende un uomo tale all’interno di un rapporto sessuale? Guardando a quelle che sono le realtà presenti all’interno di piattaforme come italianoxxx, e di altri film porno che possono essere osservati relativamente a rapporti sessuali e non solo, vale la pena prendere in considerazione delle ricerche scientifiche che sono state compiute dell’Università della California a Los Angeles e dell’Università del New Mexico, che portano a pensare a quali debbano essere le misure ideali e concepite da una donna come migliori per affrontare un rapporto sessuale. 

La ricerca scientifica condotta dalle Università di California e New Mexico

Al fine di prendere in considerazione quali debbano essere le misure ideale da utilizzare durante un rapporto sessuale e relative al proprio pene, vale la pena citare quelle ricerche scientifiche che sono state condotte dall’Università della California a Los Angeles e dalla Università del New Mexico, che si sono basate su un campione femminile scelto come riferimento al fine di capire quali potessero essere le preferenze espresse dalle donne stesse. L’obiettivo delle ricerche è stato quello di cercare di capire se la convenzione, che porta a pensare che una lunghezza e un diametro maggiori del pene siano indicative di una preferenza maggiore, potesse essere dimostrata.

Molto spesso, infatti, tra uomini potrebbero nascere delle competizioni – amichevoli ma non solo – relative alla lunghezza del proprio pene, o dei veri e proprio complessi personalistici che portano a pensare se la lunghezza del proprio organo genitale sia adatto a soddisfare il piacere delle donne. Per questo motivo, la ricerca ha preso in considerazione un campione di donne che potesse valutare, anche se solo indirettamente, quale fosse la lunghezza perfetta del pene maschile, attraverso una serie di esperimenti diretti condotti direttamente sulle diverse donne prese in considerazione. In totale, sono state considerate 75 donne differenti, utilizzando 33 diversi campioni di peni stampati in 3D, in modo che non potessero avere un’influenza di qualsiasi tipo per le donne stesse, che si sarebbero espresse direttamente sulla forma fallica sottoposta: per questo motivo, i peni erano tutti di colore blu, per far sì che l’attenzione non si concentrasse sul colore della pelle.

I diversi modelli utilizzati avevano forme, lunghezze e diametro differenti, tali da permettere una scelta specifica da parte delle donne stesse, e da indirizzare in base al tipo di rapporto sessuale da prendere in considerazione: rapporto occasionale e rapporto sessuale di lunga durata. I risultati delle due diverse ricerche  sono state pubblicate sulla rivista Plos One. 

I risultati sulle ricerche scientifiche

I risultati delle ricerche scientifiche hanno portato a considerare quale fosse la lunghezza specifica concepita dalle donne come ideale, e indicativa del massimo grado di preferenza femminile. Le ricerche hanno posto anche dei dati specifici che sapessero dimostrare quali fossero le esatte misure (relative sia a lunghezza che a diametro) dei peni scelti dalle donne come migliori, sia per un rapporto occasionale, sia per un rapporto sessuale di lunga durata. 

In particolar modo, per un rapporto occasionale, la scelta delle donne si è soffermata sui  16,3 centimetri di lunghezza, con circonferenza di 12,7 centimetri; nel caso di un rapporto di più lunga durata, le aspettative e le preferenze si sono di poco abbassate, attraverso la scelta di un pene che avesse le misure di 16 cm di lunghezza e 12,2 di circonferenza. Considerando la media di lunghezza e diametro nella fisiologia occidentale, si tratta di una scelta che non si è discostata particolarmente dalla media, il che dimostra come una preoccupazione di avere un pene eccessivamente lungo o dalla circonferenza elevata risulti essere infondata. 

Leave a Comment